mercoledì , 13 dicembre 2017
Home » Arredamento » Consigli e suggerimenti sull’acquisto della lavatrice e sulla sua riparazione

Consigli e suggerimenti sull’acquisto della lavatrice e sulla sua riparazione

riparazione lavatrice				Se non si è un tecnico o comunque una persona esperta di elettrodomestici oppure una madre di famiglia che ha le idee ben chiare di quello che potrebbe desiderare da una lavatrice, l’acquisto di questo nuovo elettrodomestico potrebbe darvi qualche incertezza.

Ci sono alcuni fattori da tenere a mente quando si vuole o si deve acquistare una nuova lavatrice, il principale, oltre al prezzo (si può acquistare una lavatrice nuova anche ad un prezzo economico e di una qualità sicuramente discreta) è l’uso che se ne vuole fare, indifferentemente se chi la compra è un uomo o una donna, anche se il primo quasi sicuramente avrà meno esigenze della seconda.

Ci sono alcune lavatrici che fanno pure da asciugatrice, il che rappresenta una comodità di una certa rilevanza, dato che grazie all’asciugatrice non si avrà più l’incombenza di dovere stendere i capi lavati, oltre ad essere un vantaggio a livello di spazio. Esistono anche modelli di lavatrice che effettuano, in modo praticamente autonomo, i dosaggi di detersivo, ammorbidente e additivo.

Ovviamente vale la regola che più è complesso un dispositivo o una macchina elettronica, e più le probabilità che qualcosa si rompa aumentano esponenzialmente….poi magari la riparazione della lavatrice, quando si tratta di modelli parecchio evoluti, può risultare anche più costosa e complicata.

Per quanto riguarda i centri di assistenza lavatrici a Torino, Milano, Roma e in tutte le grandi città italiane, siano ormai capillari e a portata di mano…meglio prevenire che curare, come dice una famosa pubblicità.

Ma al di là di ciò esistono modelli un po’ per tutti i gusti ed esigenze. Esistono sul mercato lavatrici che dispongono di programmi di lavaggio evoluti rispetto ai soliti programmi per capi delicati, di lavaggio rapido e di carico ridotto. Questi programmi “evoluti” permettono di lavare specificatamente alcuni capi come scarpe da ginnastica, jeans, coperte, igienizzanti per gli indumenti dei bambini. Ci sono quelle che permettono l’accensione ritardata della lavatrice in termini di ore, stabilendo così quando debbano azionarsi, e quelle che attingono all’acqua calda condominiale, determinando in questo modo un risparmio energetico dell’utilizzatore.

Insomma a causa dei vari sviluppi tecnologici odierni la lavatrice non è solo più un qualcosa che serve per evitarsi la fatica di lavare il bucato a mano, ma un elettrodomestico “intelligente” capace di adattarsi alle più disparate esigenze. Bisogna solo capire quali sono esattamente le vostre.

Come muoversi quando il tuo elettrodomestico si rompe

Quando un elettrodomestico si guasta, la situazione che si pone di fronte agli occhi è la seguente: se si tratta di un elettrodomestico di uso quotidiano – come può essere, ad esempio, il frigorifero – la tensione sale alle stelle perché si teme di dover affrontare spese molto esose, ed i tempi della riparazione sembrano non essere brevi; se invece si tratta di un elettrodomestico di poco utilizzo o il cui costo non è molto elevato, generalmente si preferisce acquistarne uno nuovo, pur potendo comunque ripararlo.

Il problema riguardante invece in grandi elettrodomestici è che sono anche molto scomodi da portare al centro riparazioni a causa del peso e delle dimensioni, per questo motivo quando si tratta di riparazioni di grandi elettrodomestici, è consigliabile l’assistenza tecnica a domicilio, quindi direttamente a casa nostra. Questo in particolar modo se si tratta di spostarsi in grandi centri urbani, come potrebbe essere la riparazione di elettrodomestici a Torino o a Roma, di un frigorifero o di una lavatrice.

In realtà, entrambe le soluzioni andrebbero considerate in funzione del tipo di problema: molto spesso, anche un elettrodomestico che ci sembra ormai “andato” potrebbe durare ancora a lungo, e non è necessario un nuovo acquisto che, naturalmente, peserebbe troppo sulle nostre tasche.

Prove tecniche di riparazione…..

Inoltre, facendo sempre attenzione all’uso dei nostri elettrodomestici, nel rispetto delle loro reali possibilità d’uso, è possibile ritardare il momento del guasto, grazie ad una semplice manutenzione che si può eventualmente utilizzare anche quando il guasto è risolvibile con il semplice fai da te.

Bisogna prima di tutto fare attenzione alla garanzia: infatti, se l’oggetto che si è guastato è in garanzia, non è assolutamente il caso di smontarlo ma è necessario utilizzare questa possibilità che spesso copre gran parte delle spese di riparazione. Se invece non è più in garanzia, possiamo utilizzare il sistema del fai da te, facendo però molta attenzione perché nel caso in cui gli elettrodomestici siano assemblati per mezzo di viti, molto spesso servono dei giravite appositi, che vanno acquistati in un centro di assistenza di riparazioni, evitando di insistere con giravite inadatti che rischierebbero di procurare ulteriore danno.

Se gli elettrodomestici sono difficili da smontare, è importante chiedere l’aiuto di un esperto, perché bisogna assolutamente evitare di farsi del male o di ferirsi, e di danneggiare ulteriormente l’oggetto in uso; se invece si riesce a smontare, bisogna cercare il motivo del non funzionamento, cercando però di non danneggiare le parti e prestando la massima attenzione. Quando il guasto sembra “serio” allora è molto utile procurarsi in anticipo il recapito di un tecnico per la riparazione a domicilio che sia onesto ed affidabile, e che ci sappia consigliare la cosa giusta da fare, prima ancora di pensare di intervenire da un punto di vista tecnico. A volte per far questo è necessaria una conversazione telefonica, in altri casi direttamente un sopralluogo per visionare le condizioni dell’elettrodomestico.